6 marzo 2011

La mia prima volta!

Ovvero: il parrucchiere crucco!

Non è stato facile. A voi sembrerà sciocco probabilmente. Ma camminate qui per strada, guardate le pettinature della gente. È impossibile entrar a cuor leggero da un parrucchiere locale, persino per una come me che raramente si pettina alla mattina e cambia pettinature come cambia il vento. Voglio dire: ci son due generi di donne: quelle che dai 16 ai 76 anni son sempre pettinate alla stessa maniera con variazioni di massimo 5 centimetri in lunghezza. E quelle che sperimentano (andando incontro anche a grossi e antiestetici fallimenti): lungo, medio, corto, cortissimo, biondo, rosso, castano, scalato, dritto, tendenza, classico. A seconda della stagione, dell'umore, delle batoste, delle necessità pratiche. 
Io indubbiamente appartengo alla seconda categoria. La monotonia mi stanca e non temo il cambiamento, anzi. Una volta a Londra ho visto un cartello CUT AND GO: 10 POUNDS! E son entrata. Ancora rimpiango quel taglio, dico davvero! Però il parrucchiere crucco un po' di paura me la metteva, lo ammetto! 

Incoraggiata dal fatto che ci andava una coppia di amici, che la mia testa gridava vendetta e per un po' non son previsti rientri in Italia, mi son buttata.

Il fatto è che oltretutto sti tedeschi non ti rendon le cose semplici. Devi scegliere se prenotare o no (cambiano i prezzi), quale team vuoi (master o normali), se vuoi farti asciugar i capelli o asciugarteli da sola.
Devo ammettere però che non è stata un'esperienza malvagia:

  1. Sono RAPIDI. Io odio star dal parrucchiere, la velocità gli dà subito millemila punti di vantaggio. 
  2. Dunque niente attese con riviste idiote, che già non capisco in Italia, ma figuratevi che ne so del gossip locale!
  3. Parlan TEDESCO, voglio dire hochdeutsch! Ma va!?! Direte voi, sei andata in Germania! Facile dirlo per voi, ma noi traumatizzati abitanti della Svizzera ci aspettiamo dialetti che saltan fuori a ogni piè sospinto, parole incomprensibili, suoni gutturali e tu che ti senti immancabilmente un'idiota perché non capisci una cippa! E invece no, basta superar la frontiera e di colpo la parrucchiera parla un tedesco chiaro e comprensibile e tu che all'inizio stringi i braccioli della poltroncina come se fossi sulla sedia elettrica, puoi allentar la presa, rilassarti e sentirti di nuovo un essere quasi normale in un posto quasi normali: capisci senza sforzo!!!
  4. Bé i prezzi. Son non solo molto più bassi della Svizzera, ma anche dell'Italia!
Ok, direte voi, ma il taglio? Bè, si, Italian do it better, ma è accettabile. Sí, io ho una frangetta abbastanza idiota oggi, ma come ho detto per fortuna i cambiamenti non mi spaventano, i capelli ricrescono e davvero non credo sia così spaventoso il risultato.  O almeno, lo spero!


12 commenti:

Escaped Brain ha detto...

Dai, infatti non era male. Potrei persino tornarci pure io.

Riguardo al parlare tedesco, volevo aggiungere anche l'espressione con cui, in Svizzera, ti guardano impietosi quando non capisci cosa intendono con le loro scatarrate tra un suono ed un altro.

E poi quando gli rispondi che non capisci, quelli ti ripetono le stesse scatarrate, o con un tono di voce piu' alto, o piu' lentamente...

Poveri noi...

Alessandra at work ha detto...

Ahahah.
Coraggiosissima ragazza, brava. Io a Paris ancora non ho avuto il fegato di andarci.
Mirabile esperienza e allucinanti le opzioni (prenotare o no, team sr o jr, asciugarti i capelli DA SOLA?! Ma nel locale o a casa, dopo?!)
Sai che ti dico? Proverò a cambiare Stato anche io. Mi faccio un taglio ad Amsterdam?
:)

Elga ha detto...

Io in 7 anni tra Germania e Austria non ci sono mai andata, quindi tanto di cappello! Mi facevano (e mi fanno ancora) impressione i tagli che vedevo in giro (del tipo pentola in testa e zac, taglio dritto sguendo il bordo)e che l'asciugatura fosse non compresa, con tanto di rischio polmonite no grazie. Nemmeno la convenienza mi ha fatto rischiare... Un foto, no eh?

sorelluce ha detto...

@escaped: sei diventato (con la zune) il mio compagno di parrucchiere! Sugli svizzeri confermo, lo fanno forse perchè si sentono in difetto, ma ti fanno sentir (almeno a me) davvero deficiente!

sorelluce ha detto...

@ALe: ormai mi sento temeraria, scegli una città e ci andiamo insieme! Asterdam mi sembra perfetta!

sorelluce ha detto...

@Elga: lo so, ci vuol coraggio! MA alla fine è un'esperienza anche un po' liberatoria, da metteren nel tabellone delle esperienze éxpat!

SELENA ha detto...

dopo 5 anni in spagna, arrivata in andalucia, ci ho provato, una parrucchiera spagnola, che alla fine ha fatto quel che voleva senza seguire le mie indicazioni, ossia invece di tagliar 5 cm ne ha tagliati 20...e beh...
cosí che me li accorciavo sola, li ho lunghi, mal che vada ricrescono in fretta e li raccolgo.
ma sto anno, finalmente, abbiamo un'amica parrucchiera, li taglia proprio bene, segue le mie indicazioni, consiglia, fa buonissimi prezzi (8€ taglio e asciugatura!!). ahh, é del nord della spagna, magari vorrá dir qualcosa???

sorelluce ha detto...

Selena, ci hai convinto, un giro pure lì a testar la tua amica parrucchiera!

SELENA ha detto...

che poi é un must, ossia, che amici vorresti? io tra la mia lista metterei l'idraulico, il meccanico, la parrucchiera e il massaggiatore. una ce l'ho, ora devo trovare gli altri...certo, volendo anche il cuoco, ma ho avuto un amico cuoco che mi propinó pollo alla coca cola, e sinceramente, cucino molto meglio io, quindi non serve!
e poi guarda, metti una parrucchiera italiana che ti spenna con 50€ e piú...quindi, se la spagnola costa 8€, con un volo low cost vieni anche a far un giro qui!!!

Alessandra at work ha detto...

NO ma ragazze. La proprosta di Selena è GENIALE.
Volo Easyjet per la Spagna, taglio a 8 euro, tapas e aperitivo organizzato da Selena, giro in spiaggia e si torna a casa.
Io ci sto?
Voi? ;)

sorelluce ha detto...

Ovvio che ci sto pure io e lo chiedi?? Selena, io ho l'amico dentista, che anche non è male!

SELENA ha detto...

perfetto!!! anche il dentista é uno di quegli amici che non devono mai mancare! e allora io organizzo apertitivi e tapas in casa, vi aspetto??? ;)