8 marzo 2011

Colori a dita per i più piccoli

Ovvero: i colori a dita edibili! 

Non so se fate anche voi parte di quelle schiera di mamme (o papà, zie, baby sitter, nonne, madrine tutto anche declinabile al maschile, ovviamente) munite di bimbi piuttosto attivi e dunque sempre a caccia di nuove attività da far con loro! 

Io ero da un po' di tempo alla ricerca di colori a dita che potessero usar anche i più piccoli, ovvero che anche se ingeriti non facessero male, visto la indefessa abitudine dei bambini di cacciarsi tutto in bocca, come potete veder dalla foto!

Niente di più facile, vi occorrono solamente:

  • yogurt (io ho usato quello di soia, in questo modo son adatti anche per i bimbi intolleranti al latte o che come il mio hanno qualche problema con lo yogurt!)
  • coloranti alimentari
  • un pupattolo che vi aiuti a mescolare il tutto!
Ed ecco l'opera d'arte terminata (non so a voi, ma l'effetto trasparenza che con i normali colori a dita non viene a me piace parecchio!):


Per chi ha paura che tutta la casa venga battezzata con yogurt colorato, consiglio di piazzare l'artista sul suo scranno (ovvero il seggiolone) con un bel foglio grande e spesso sul tavolo! Il tutto si può fare anche con coloranti di origine naturale (utilizzando frutta, bucce di cipolle etc), le istruzioni a breve sempre qui, rigorosamente solo dopo averli testati.

13 commenti:

SELENA ha detto...

che bella idea!!!
gabi é nella fase palloni, palle, palline...e chi gliele toglie!! addirittura se le tira e ci corre dietro con il girello, per tutta casa. aii, vedo giá campi di calcio nel mio futuro!!

sorelluce ha detto...

ahi, ahi il calcio (mica per gabi, per te, intendo!!). Invece Leo è nella fase rumorosa (che temo non finirà mai): sbatte i cubetti di legno con tutta la sua forza, i coperchi delle pentole uno contro l'altro o per terra (i vicini ringraziano!) ,da cui mi è venuto il dubbio che é per la similitudine acustica che si dice bAtteria di pentole!!!

Elga ha detto...

Ah, che bella idea,mi ci voleva proprio! Ho tutto , anche la pargola iperattiva (ma si può, che da quando va dalla tata è talmente su di giri che sembra usi duracell ricaricabili?). Domani pomeriggio provo, grazie!

sorelluce ha detto...

Elga, ma sai che anche Leo quando torna dal nido anche se stanchissimo rimane iperattivo?! Come va con la tata? QUanto tempo ci va? Io con sto metodo svizzero del nido a contagocce sto impazzendo! Comunque i colori così son carini davvero secondo me!

Elga ha detto...

Sorelluce, ci va 3 mattine, che il mese prossimo diventeranno una giornata 9-15 e due mattine. Unito al fatto che ho tante di quelle cose arretrate da sbrigare quando ho queste ore libere, che la notte ancora non dorme a dovere, che è iperattiva e che il mercoledi mattina ho comunque la grande a casa.... sto impazzendo. Oggi ho hocamminato per quasi 4 ore e mezzo... in vista del mare non male direi! E dovrei cercar lavoro, oltretutto... tu, hai programmi?

sorelluce ha detto...

macché....lui ci va solo il lunedì pomeriggio e venerdì tutto il giorno (ma mi chiedonodi andar a prenderlo presto perché ancora non si é inserito bene). Leggi: giusto il tempo di farq uelle cose impossibili da fare quando c'è lui, tipo stirare e rirender la casa accettabilmente vivibile...In queste condizioni è giá dura mandar curriculum, e poi che gli dicono mi prendete un giorno e 1/2 a settimana? E comunque basel non offre molto...Le notti anche per noi significano sempre almeno2/3risvegli..Mi sto davvero deprimendo!!!

SELENA ha detto...

in quanto a lavoro...che dire, stessa situazione...che, mi prendete per un part time, magari di mattina, assolutamente no notti, ahh ma siamo in un paesino turistico??? e beh, allora me ne sto a casa, no???
che depressione. sto giá dicendo a Buddha che magari tra un annetto, vista l'impossibilitá di andare dove realmente voglio, potremmo anche prender in considerazione madrid...mah

sorelluce ha detto...

bè selena, madrid buttala via :-))...a me non spiacerebbe, ho un amico che ci ha vissuto qualche anno e farebbe carte false per tornarci! e altri che ne parlano molto bene!

190.arch ha detto...

Che bell'idea!
Io uso quelli della Giotto per bebe', ovviamente le istruzioni dicono +2 anni, ma sott'osservazione, anche da adesso : P
Emma ormai non assaggia tante cose quindi, sto tranquilla, por quelli della Giotto bebe' sono anche "mangiabili" ma contengono una sostanza che gli rende non gradevoli al palato hehehe...
Leggo tra i commenti la situazione lavoro, purtroppo e' male universale per le mamme expat.

Wanesia ha detto...

Ciao cara ti leggo,ma commento poco,volevo dirti che hai un premio nel mio blog ^^

sorelluce ha detto...

@190.arc: ho visto i pastelli della giotto !2 e mi son trattenuta dal prenderli, ma ora tu mi induci in tentazione!:-) Il lavoro da mamma expat..sospirone!!

sorelluce ha detto...

@Wanesia: ma grazie mille, cara! Allora colgo con piacere e rilancio!:-)

Twinky ha detto...

mi hai dato una bellissima idea che proverò nei miei prossimi laboratori creativi per la prima infanzia che conduco a Milano. ovviamente ti citerò e sono certa che tutte le mie clienti verranno a visitare questo splendido blog!